Avvento un cammino di attesa… “Dalla veglia … alla conversione”

Domenica 15327246_1837118893234289_303902842288051059_nscorsa la liturgia ci invitava ad essere vigili… attenti e pronti alla venuta del Signore. E oggi con la predicazione di Giovanni Battista siamo invitati alla onversione. «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!» Ma convertirci da cosa… convertirci a che cosa ( o “addirittura” a CHI)… e ancora di più perché? Perché dovrei cambiare? In realtà noi cambiamo, lo abbiamo scritto dentro… tutte le cellule del nostro corpo muoiono e “cambiano”, i nostri pensieri negli anni cambiano (speriamo), la vita, la realtà ci cambia, e spesso al peggio… delusioni, rifiuti, abbandoni, ferite, peccati… ma anche al meglio per fortuna, specie grazie a tanti “angeli” senza ali ! Dio ci chiede di accogliere una “parola nuova”, CONVÉRTITI!!!! Cioè ti viene tolta ogni “condanna” a fare e rifare gli stessi errori, ad avere gli stessi pensieri di “morte”, quelli che ti tolgono vita e ti lasciano solo, o ti portano sempre di più nell’abisso della disperazione! Perché convertirsi? Per respirare aria di vita!!!! Per essere vivi e per vivere!!!! Convertirsi è cambiare strada, che all’inizio può sembrare un deserto non conosciuto, ma che se ci si entra “spinti da una parola” allora diventerà un giardino, un ”paradiso”,il PARADISO. Paradiso perché LUI è con noi, il Regno dei Cieli, Dio è vicino, addirittura è così vicino che è in noi, in me in te, DENTRO!!! E ovunque andrai e andrò! Quindi… Convertirci da che cosa? Da tutto ciò che “ci abita”, da tutto ciò che facciamo “senza pensarci”, naturalmente, e che ci toglie la vita, le nostre abitudini “malsane” che diventano vizi e ci lasciano sempre al “blocco di partenza” sempre fermi, abitudini che “ci legano al guinzaglio”e ci riportano sempre all’inizio, ma sempre più feriti e tristi. Convertire tutti i pensieri che hanno la pretesa di umiliarci, squalificarci, ferirci, toglierci la nostra bellezza! Tutti i “tu sei sbagliato.. tu non sei amato… non sei prezioso… sei inutile…tu no esisti” ecc… ecc…. Convertirci a nuovi pensieri… ma di più… convertirci A CHI CI PARLA E CI DICE CHI SIAMO REALMENTE PERCHÉ CI AMA! Convertirci, guardare non noi… ma LUI, convertirci è alzare lo sguardo e guardare QUALCUNO! Guardare a LUI, a chi verrà a battezzarci in “Spirito Santo e Fuoco”, a chi ci viene a liberare, a togliere ogni impurità, ogni incrostazione, … A chi “Non giudicherà secondo le apparenze,e non prenderà decisioni per sentito dire ma giudicherà con giustizia i miseri e prenderà decisioni eque per gli umili della terra.” Is 11, 3-4 Convertirsi … Dare a Dio la libertà di prenderci per mano… e di camminare con noi, il regno di Dio è vicino è qui, è LUI, ora nella mia vita!
E ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!!! Anche tu!

p. Marco Freddi, OFM

Potrebbero Interessarti anche:

Condividi